Descrizione delle attività

L’attività di ESTAR è orientata al conseguimento di standard di efficacia, efficienza, qualità ed economicità che persegue agendo nel rispetto delle norme di diritto pubblico e di diritto civile.
Gli atti aziendali di diritto privato sono compiuti, nel rispetto delle norme e in conformità con il Codice Civile, secondo il principio della libertà della forma, in quanto compatibile con le esigenze di pubblicità degli atti, di trasparenza e di imparzialità proprie della Pubblica Amministrazione.
Qualora ciò sia espressamente richiesto da norme imperative, l’ESTAR opera con atti di diritto pubblico che saranno soggetti alle disposizioni in materia di procedimenti amministrativi.
L’ ESTAR ricopre i seguenti ambiti di attività:
a) centrale di committenza, di cui all’art. 33 del d.lgs n.163/2006, per conto delle aziende sanitarie;
b) centrale unica di acquisto per quanto concerne i settori dei magazzini e logistica distributiva, delle tecnologie dell’ informazione e della comunicazione e delle tecnologie sanitarie.In tale ambito provvede all’approvvigionamento di beni e servizi sulla base della programmazione annuale sia su livelli regionali che su ambiti territoriali più ristretti per quanto concerne settori diversi da quelli dei farmaci dispositivi medici ed economali;
c) procedure di gara per l’ affidamento dei servizi socio-sanitari su richiesta delle aziende sanitarie locali, previa intesa fra quest’ ultime e tutti gli enti locali direttamente interessati;
d) ai sensi dell’art. 1 comma 455 della l.n. 296/2006 stipula convenzioni di cui all’art.26 della l. n.488/1999 in cui le imprese aggiudicatarie si obbligano ad accettare sino alla concorrenza della quantità massima stabilita da ciascuna convenzione ai prezzi stabiliti e alle altre condizioni ivi previsti, ordinativi di fornitura emessi dall’ESTAR e/o dalle Aziende/Enti del SSR Toscano;
e) provvede a concludere accordi quadro ai sensi dell’articolo 59 del d.lgs. n.163/2006 ed istituire sistemi dinamici di acquisto ai sensi dell’art. 60 del medesimo d.lgs n.163/2006;
f) contribuisce alla promozione ed allo sviluppo degli appalti pre-commerciali secondo le linee di indirizzo regionali e comunitarie;
g) favorisce i partenariati per l’innovazione secondo le linee di indirizzo regionali e comunitarie;
h) promuove la diffusione dell’ e- Procurement verso gli enti attraverso il supporto, la consulenza e la formazione sull’ utilizzo delle piattaforme e degli strumenti innovativi di acquisto;
i) garantisce il monitoraggio di livelli qualitativi delle forniture e dei servizi relativamente alle procedure di gara gestite;
j) gestisce e sviluppa la piattaforma regionale per l’e-Procurement, l’elenco dei fornitori telematico e gli altri strumenti innovativi di acquisto concorrendo agli obiettivi della rete telematica regionale toscana indicati all' art 10 l.r.n. 1/2004;
k) promuove la diffusione dell’ e-Procurement fra gli operatori economici che partecipano alle procedure di gara ad evidenza pubblica indette dagli enti anche attraverso:
• l’istituzione di protocolli di intesa con associazioni di categoria come strumenti di coordinamento;
• la formazione di operatori economici sull’ utilizzo degli strumenti di e- Procurement;
l) organizza eventi ai fini della promozione dell’ Ente e partecipa a sua volta ai fini dell’approfondimento ed aggiornamento sulle tematiche connesse all’acquisto nella P.A.;
m) svolge attività di committenza ausiliarie attraverso:
• la consulenza in termini di supporto tecnico organizzativo per lo svolgimento di procedure di gara;
• la formazione sulle tematiche connesse agli acquisti.
n) contribuisce all’attuazione delle strategie regionali in materia di acquisti promuovendo altresì lo sviluppo di iniziative sinergiche interregionali sia attraverso la partecipazione alle reti delle centrali di acquisto che al tavolo dei soggetti aggregatori;
o) garantisce stretto coordinamento e relazione con l’autorità nazionale anticorruzione, con gli osservatori di spesa nazionali e regionali, promuovendo altresì protocolli di intesa e collaborazione;
p) svolge le procedure di gara che, sulla base della programmazione unica aggregata, vengono assegnate quale soggetto aggregatore di spesa ai sensi dell’art. 9 del D.L. n. 66/2014 e s.m.i.;
q) elabora, anche attraverso studi di appropriatezza con le professionalità tecniche e sanitarie, studi e linee guida per la definizione dei costi del ciclo di vita dei beni per i quali svolge le funzioni di cui alla lett. a);
r) provvede ad espletare procedure concorsuali e selettive per il reclutamento del personale per conto delle aziende/enti del SSR Toscano, secondo quanto previsto dall’Art.101 bis l.r.n.40/2005.. Le graduatorie dei concorsi e delle selezioni espletati dall’ESTAR, ancorché in forma non unificata, sono utilizzate da tutte le aziende sanitarie comprese nelle area vasta mediante meccanismi di semplificazione che saranno oggetto di apposito regolamento.
s) provvede ad espletare il processo per il pagamento delle competenze economiche del personale afferente al servizio sanitario regionale e per i relativi aspetti previdenziali, sviluppando l’applicazione omogenea di istituti contrattuali e norme legislative;
t) provvede alla gestione delle procedure di gara per la manutenzione, alienazione, concessione e locazione del patrimonio immobiliare delle aziende sanitarie.
Oltre agli ambiti sopra dettagliati, ESTAR potrà svolgere ulteriori attività a seguito del conferimento da parte della Giunta regionale di funzioni tecnico- amministrative delle aziende sanitarie rispetto a quelle già indicate dell'art 101, comma 1, della l.r. n. 40/2005.

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo