Dipartimento Acquisizione Beni e Servizi

 

Direttore Dipartimento: Dr. Paolo Gennaro Torrico
Firenze Via San Salvi 12 Palazzina 14
paolo.torrico@estar.toscana.it

 

Il Dipartimento Acquisizione Beni e Servizi (ABS) si articola secondo un modello organizzativo basato sulla specializzazione e professionalità delle Strutture per l’approvvigionamento di categorie omogenee di beni e servizi, al fine di evitare il rischio di duplicazione di funzioni ed implementare un’ottica di standardizzazione su base regionale. Si attua attraverso un governo centralizzato che garantisce una concentrazione delle professionalità e competenze che si collocano in tre Aree di Coordinamento a cui sono riconducibili determinate tipologie di beni e servizi. L’attività del Dipartimento è orientata a strategie di gara unificate, concentrate su prodotti e servizi standard con un ridotto numero dei lotti.
Le funzioni del Dipartimento sono improntate ad una continua ricerca di modalità innovative di approvvigionamento con l’obiettivo di ottimizzare i risultati dal punto di vista dei tempi di risposta e di riduzione dei costi.
Aspetto rilevante del modello gestionale ed organizzativo proposto è la modalità di definizione e composizione dei collegi tecnici per la predisposizione dei capitolati e delle commissioni per la valutazione delle offerte prevedendo la creazione di registri/albi di professionisti con specifiche esperienze e casistica nei diversi settori di attività attinenti alle gare ai quali ESTAR attingerà in modo autonomo, utilizzando criteri di rotazione. Dette modalità saranno oggetto di apposito atto regolamentare concordato con la Regione Toscana.
Obiettivo è quello di poter acquisire una sempre maggiore autonomia nella composizione delle commissioni con immediato effetto in termini dei tempi della procedura di gara, e di poter usufruire di professionalità ed esperienze elevate in grado di fornire validi contributi per la predisposizione di capitolati tecnicamente validi ed innovativi e di ridurre i possibili ricorsi e contenziosi. Le commissioni nello svolgimento del loro incarico dovranno curare anche aspetti relativi alla valutazione degli impatti di natura sociale ed economica derivanti dalle gare stesse potendo essere supportati in tal senso anche da figure da introdurre all’interno dell’aziende in grado di svolgere funzioni di relazioni sindacali.
Relativamente alla valutazione ed individuazione delle diverse possibili modalità di gara le strutture del Dipartimento lavorano a stretto contatto con la struttura di “Audit &Compliance” facente parte degli organi di Staff alla Direzione.
Il Direttore del Dipartimento assieme ai Direttori delle diverse Strutture componenti ha la responsabilità oltre che professionale e tecnica sulla predisposizione dei capitolati anche dell’organizzazione del lavoro e del monitoraggio dello stato di avanzamento delle diverse procedure garantendo il rispetto dei tempi obiettivo.
Il Dipartimento garantisce il presidio dei processi di acquisto di competenza di ESTAR attraverso il coordinamento delle strutture organizzative deputate all’acquisizione dei beni e dei servizi per tutte le aziende e gli enti del servizio sanitario siti nel territorio regionale. Il compito del Dipartimento, delle Aree di Coordinamento e delle Unità Operative ad esse afferenti è quello di uniformare la gestione delle attività del proprio ambito di competenza ai seguenti principi:
a) uniformità regionale dei processi di gara e di monitoraggio della fase esecutiva del contratto;
b) verifica continua dei livelli di servizio prestati alle aziende e gli enti del servizio sanitario siti nel territorio regionale promuovendo un’ottica di continuo miglioramento;
c) innalzamento del livello di qualità della funzione attraverso l’introduzione di tecniche e strumenti innovativi di approvvigionamento e di controllo delle forniture;
d) riduzione dei costi d’acquisto attraverso le economie di scala, l’attivazione di sinergie derivanti dalla collaborazione tecnica professionale con le aziende e gli altri enti operanti nel settore sanitario regionale;
e) valorizzazione e specializzazione delle risorse professionali disponibili;
f) recupero di efficienza attraverso una gestione programmata delle attività concordandola annualmente e verificandola periodicamente con le aziende e gli altri enti operanti nel servizio sanitario regionale;
g) rafforzamento del potere contrattuale della domanda e allargamento e sviluppo della concorrenza all’interno del mercato di riferimento;
h) semplificazione ed informatizzazione della funzione acquisti, privilegiando l’ottimizzazione della produzione documentale e la progressiva dematerializzazione di documenti;
i) disciplina dell’attività contrattuale in forma di gara o di acquisto in economia attraverso specifici regolamenti aziendali finalizzati a dettare regole e criteri utilizzati per la gestione dei processi di approvvigionamento;
j) promozione di standard e procedure organizzative condivise con le aziende sanitarie in grado di favorire la comunicazione ed ottimizzare i tempi di risposta;
k) razionalizzazione dei processi di approvvigionamento e del loro controllo, con il supporto di strumenti atti a garantire la trasparenza, l’efficienza, l’efficacia, l’economicità, l’imparzialità e la rapidità dell’azione.
Il Dipartimento si articola in tre Aree di Coordinamento (Servizi e Beni Economali e Arredi, Attrezzature Informatiche e Sanitarie, Farmaci Diagnostici e Dispositivi Medici) a loro volta articolate in unità operative distinte per categorie omogenee di beni/servizi.

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo