Information and Communication Technology (ICT) ESTAR

La funzione ICT, all'interno del Dipartimento Tecnologie Informatiche e Sanitarie, è deputata a garantire il corretto funzionamento delle reti e dei sistemi, delle procedure informatiche e dei sistemi informativi degli enti del SSR e di ESTAR.

Il settore ICT assicura una politica di progressiva omogeneizzazione finalizzata alla realizzazione di un sistema informativo uniforme a livello regionale, in conformità ai seguenti principi:
a) unitarietà di progettazione e gestione sistemi informativi;
b) razionalizzazione e integrazione dei sistemi infrastrutture;
c) diffusione best practices e delle eccellenze;
d) miglioramento nell'erogazione dei servizi (qualità, quantità e puntualità);
e) promozione dell'innovazione;
f) valorizzazione e specializzazione delle risorse professionali disponibili.

Il settore ICT deve essere particolarmente dinamico, alimentato da specifica formazione culturale, orientato all’innovazione, flessibile e in grado di dare risposte tempestive e allo stesso tempo di essere propositivo di nuove soluzioni innovative.

Il modello organizzativo si struttura per poter seguire le linee di indirizzo in tema di:
a) sviluppo, gestione e specializzazione, per garantire il patrimonio tecnologico, favorendo i processi di standardizzazione
b) sviluppo dei progetti per realizzare strutture hardware centralizzate;
c) definizione di modelli comuni per i processi sia sanitari che amministrativi delle aziende con una
progressiva omogeneizzazione delle procedure informatiche;
d) definizione di un sistema informativo regionale;
e) flessibilità, per garantire, con un approccio dinamico, risposte tempestive alle esigenze delle aziende sanitarie, gestendo al contempo l'ordinario e lo sviluppo;
f) supporto nella definizione dei piani di investimento delle Aziende Sanitarie, sia per lo sviluppo che per il rinnovo tecnologico;

Complessivamente nel settore delle tecnologie informatiche ESTAR si pone l’obiettivo di divenire unico erogatore di servizi unificati alle aziende che permetta una progressiva centralizzazione regionale delle sale server oltre che una politica di compressione degli hardware avente la finalità di dotarsi di infrastrutture capaci di supportare il processo di sviluppo e di omogeneizzazione software e nel contempo permettere una più efficiente allocazione delle risorse.

La direzione del Dipartimento ha la responsabilità della pianificazione strategica assieme alla struttura che si occupa di innovazione e sviluppo, ai “Kam” (che svolgono di funzioni di “Key account manager”: Toscana Centro, Toscana Nord Ovest, Toscana Sud Est, Regione Toscana e Gestione Flussi) con il compito di riportare le esigenze manifestate dalle diverse aziende delle singole aree vaste oltre che con i direttori delle diverse Aree di Coordinamento professionale, e infine di coordinarsi con gli indirizzi di carattere regionale.
Il modello coniuga organizzazioni territoriali (in riferimento alle aree di attività che necessitano di figure e punti di riferimento vicini territorialmente alle aziende) con organizzazioni strutturate per processi trasversali a tutte le aree vaste.

Il settore ICT è deputato a garantire il corretto funzionamento delle reti e dei sistemi, a tal fine elabora le strategie informative, il piano investimenti in materia informatica, assicura la manutenzione hardware e software sull’attività delle aziende sanitarie, vigila sul corretto funzionamento delle linee di trasmissione delle informazioni, seguendo una logica di standardizzazione di prodotto e processo e mantenendo una logica territoriale per garantire interventi in loco in particolare per situazioni di emergenza.

Il settore ICT all'interno del Dipartimento, come indicato nel grafico sottostante, si articola in:
a) una unità operativa “di staff” dedicata all’Innovazione e Sviluppo;
b) due Aree di Coordinamento professionali (Sistemi e Reti, Processi), a loro volta articolate in una logica territoriale e/o di processo;
c) quattro Aree (Toscana Centro, Toscana Nord Ovest, Toscana Sud Est, Regione Toscana e Gestione Flussi) che svolgono di funzioni di “Key Account Manager” – KAM).

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo