Numero Unico per le non urgenze dal 29 marzo nella ASL Toscana Centro. La tecnologia è di Estar

Un numero unico per le chiamate non urgenti entrerà in funzione dal 29 marzo, con l’istituzione della nuova Centrale Operativa a servizio di tutta la ASL Toscana Centro. ESTAR ne ha seguito il progetto, la filiera di acquisto, la messa in opera ed il collaudo della tecnologia necessaria. Lo 0573 454545 risponderà nei giorni di sabato e domenica, di notte e nei giorni pre-festivi e festivi (dalle ore 20 alle 8 tutti i giorni; sabato, domenica e festivi dalle 8 alle 20; prefestivi dalle 10 alle 20).

La nuova Centrale Operativa di Continuità Assistenziale è stata collocata all'interno della sede della Centrale Operativa Emergenza Urgenza di Pistoia-Empoli. Ad essa è stato dedicato personale formato per accogliere le richieste dei cittadini e attivare la postazione di continuità assistenziale (consulenze telefoniche, visite ambulatoriali e domiciliari). Lo 0573 454545 sostituirà di fatto i vecchi numeri della Continuità Assistenziale (ex guarda medica) di Empoli, Firenze, Pistoia e Prato. Gli operatori garantiranno accoglienza telefonica e collegamento con i medici della Continuità Assistenziale, per dare le adeguate risposte ai bisogni di assistenza primaria (cure non urgenti) ai cittadini in orari nei quali non sono presenti i Medici e i Pediatri di famiglia.

ESTAR ha fornito al servizio l’infrastruttura informatica e tecnologica. Le chiamate in arrivo sono tutte registrate, gli operatori accedono ai dati anagrafici degli assistiti e un ulteriore software dedicato memorizza i dati dell'attività svolta dell'ex guardia medica (registri) e quelli degli assistiti (dati attraverso il collegamento all'anagrafe regionale); le informazioni sono dunque registrate ed archiviate e, al termine dell'intervento, è previsto, in una fase successive, l'invio di una mail di notifica con scheda di resoconto dell'intervento al medico o al pediatra di famiglia dell'assistito. Le dotazioni tecnologiche si completano con la disponibilità dei geolocalizzatori, fondamentali per orientare meglio i medici quando debbano recarsi al domicilio dei pazienti. Gli strumenti utilizzati sono gli stessi in dotazione alle Centrali Operative Emergenza Urgenza. Oltre a questo tutti i medici che svolgono il servizio di continuità assistenziale sono stati forniti di telefono cellulare, tablet e software dedicato per l’informatizzazione dei dati. I cittadini, quando chiameranno il numero unico, saranno ovviamente messi in contatto con la postazione di continuità assistenziale di riferimento territoriale.

ESTAR è orgoglioso di aver preso parte alla realizzazione di un progetto così importante per dare risposte ai bisogni di assistenza delle persone. Il progetto si è basato su un’analoga esperienza realizzata nel 2020 ad Arezzo e sarà implementato anche nel 2021 per Siena e Grosseto.

 

Leggi il comunicato di Toscana Notizie