Strutture afferenti alla Direzione Aziendale

La struttura Audit e Compliance ha il principale compito di allestire, implementare e presidiare il nuovo sistema di controllo interno (S.C.I.) di ESTAR. Tale sistema, ispirato ai principi dei  principali framework internazionali (Enterprise Risk Management (ERM)) è finalizzato a fornire alla Direzione Aziendale gli elementi utili alla valutazione della natura e del livello di rischio aziendale accettabile e, in particolare nel medio-lungo termine, compatibile con gli obiettivi strategici. Attualmente all’interno della Struttura opera anche il Responsabile della Prevenzione della Corruzione e Trasparenza di ESTAR, istituito ai sensi dell’art. 1, comma 7, della L. 19/2012. La funzione di presidio del S.C.I. è articolata in tre sotto aree di attività cui corrispondono altrettante articolazioni organizzative: Anticorruzione, Compliance Interna ed Auditing. La funzione di Compliance si sostanzia nelle realizzazione di un controllo di processo, attraverso un metodo Risk Based ideato ed implementato in ESTAR, sugli atti di indizione ed aggiudicazione di gara, nel supporto all’aggiornamento dei principali modelli di atti nonché nella redazione, pubblicazione e tenuta del sistema delle procedure interne. La funzione Anticorruzione è progettata per integrare adempimenti e azioni previste dall'ordinamento in materia di prevenzione dei fenomeni corruttivi, monitorare l’attuazione del PTPC, supportare il Responsabile per la prevenzione della Corruzione di ESTAR e l’OIV (L. 190/2012 e D.Lgs. 97/2016), gestendo altresì i rapporti con la Rete dei Responsabili della prevenzione della Corruzione della Regione Toscana (DGRT 1069/2016). Le attività di Audit e Risk management, presidiati dalla UOS Audit e R.M., si sostanziano in un controllo di terzo livello sul mantenimento e miglioramento continuo degli elementi dello S.C.I. già operativi. La UOS svolge funzione di: a) auditing interno (di processo, di compliance e di frode), sulla base di un piano annuale di auditing, di un Manuale operativo attuativo degli standard A.I.I.A; b) supporto alla Compliance nella misurazione della conformità dei processi interni alle caratteristiche ed agli standard richiesti, verificandone l'applicazione; c) supporto all’attività di gestione dei rischi corruttivi mediante la implementazione e mantenimento di un sistema di controllo (standard di prestazione A.I.I.A.) sulla efficacia delle misure programmate ai sensi della L. 190/2012; d) supporto alla Direzione ed alle strutture interne nella elaborazione e analisi dei rischi gestionali (es. corruzione, Privacy, PAC, ecc.); e) supporto alle attività del Gestore delle segnalazioni per l’antiriciclaggio (D.Lgs. 231/2007 e 90/2017) ai sensi del istruzioni UIF per l’Italia (2018); e) audit esterni richiesti e/o programmati sui processi ESTAR.

 

L’Area Organizzazione e Controllo, afferente alla Direzione Aziendale, supporta la Direzione nell’attuazione del processo di pianificazione e controllo di gestione e nella impostazione e gestione dei processi interni con particolare riguardo a quelli trasversali alle strutture organizzative.
L’attività relativa al supporto strategico e decisionale si esplicita, attraverso apposite strutture organizzative, tramite l’analisi e il monitoraggio dei dati aziendali e mediante la realizzazione di specifica reportistica a supporto del livello decisionale aziendale nonché curando la predisposizione di indicatori di performance, report, per assicurare alla Direzione dell’Ente le attività di monitoraggio, pianificazione e controllo; a questo scopo sono utilizzati specifici cruscotti dinamici di controllo, implementati grazie ad un datawarehouse dedicato che consente anche la corretta manutenzione del Piano dei Centri di Costo aziendale condiviso la Direzione. L’altro ambito rilevante di attività è relativo al supporto la Direzione per il processo di costruzione e gestione del piano performance e per il complessivo sistema della valutazione della prestazione gestionale in collaborazione con le strutture di riferimento, anche supportando l'OIV, per la parte di competenza. L’Area, tramite apposita struttura, opera in collaborazione con la Direzione nella predisposizione e revisione dell’organizzazione aziendale, curando anche il coordinamento e supportando progetti specifici individuati dall’Ente con particolare riferimento alla impostazione e controllo di processi gestionali rilevanti trasversali alle strutture organizzative. Come azione di ottimizzazione contribuisce alla corretta definizione ed all’efficientamento dei processi dell’Ente coordinando anche un servizio centralizzato di gestione delle esigenze e criticità segnalate dalle aziende sanitarie per favorire e migliorare i rapporti con le aziende del SSR anche attraverso il Contact Center.

 

L’Area Supporto al Governo strategico beni sanitari di consumo si avvale di una UOC e di tre UOS.
L’Area, mediante le competenti Strutture svolge le attività di supporto alle negoziazioni in modo trasversale affiancando le competenti Strutture ABS per le negoziazioni di FARMACI, con particolare riferimento alla tempestività delle negoziazioni in seguito a perdita brevettuale dei prodotti. L’Area si propone per un contributo sulle tematiche professionali nei confronti del Dipartimento ABS organizzando direttamente la predisposizione dei capitolati per i Dispositivi Medici di bassa tecnologia anche mediante calendarizzazione delle attività. Infine predispone linee guida per la stesura di capitolati con valutazione della qualità dei DM impiantabili legata direttamente al beneficio clinico documentato dai singoli prodotti, il tutto finalizzato alla gestione efficace ed efficiente dei prodotti da parte del Dipartimento Farmaceutica e Logistica.
L’Area, tramite la competente Struttura supporta tecnicamente e metodologicamente Le politiche del farmaco e DM della Regione Toscana mediante apporto professionale diretto e stesura e pubblicazione di documenti eventualmente richiesti a supporto decisionale della Regione stessa.
L’Area si occupa delle valutazioni di eventuali offerte commerciali proposte dai Fornitori relativamente ai prodotti aggiudicati rapportandosi con la Regione Toscana per le politiche del farmaco e con il Dipartimento Logistica per la conseguente gestione operativa.